“I segreti di Gray Mountain” anche in flipback

Standard

John Grisham, I segreti di Gray Mountain flipback

I segreti di Gray Mountain“, l’ultimo romanzo di John Grisham, è disponibile in libreria anche in formato flipback.

COS’E’ IL FLIPBACK?

Il flipback è un innovativo formato librario proposto dalla Mondadori, l’editrice italiana di Grisham: la differenza principale con il formato tradizionale è che il flipback ha uno sviluppo orizzontale, si legge in verticale e si sfoglia con una sola mano, dal basso verso l’alto. Il libro, così, finisce per somigliare a un’agendina, dal momento che l’opera integrale risulta compressa in dimensioni di 12 x 8 centimetri, corrispondenti a 1/6 dello spazio di un’edizione tradizionale.

IL LIBRO PER CHI VA DI FRETTA

Brevettato da Jongbloed, editore olandese specializzato in Bibbie, con la collana flipback la Mondadori punta a risvegliare l’interesse per l’oggetto libro attraverso un formato che si adatta ai ritmi frenetici e agli spazi ristretti in cui scorre la vita metropolitana di oggi. Questi libri, infatti, ben si prestano alla lettura fugace su mezzi di trasporto urbani (bus, tram, metropolitana) o in altri contesti quali code agli sportelli, sale d’aspetto ecc., e vengono incontro alla fascia di pubblico non ancora avvezza agli ebook o ai tablet.

“I segreti di Gray Mountain” esce in Italia

Standard

John Grisham, I segreti di Gray Mountain, Samantha Kofer
Il momento è arrivato. Il 2 dicembre 2014 esce in Italia “I segreti di Gray Mountain” (titolo originale: “Gray Mountain“), l’ultimo libro di John Grisham. Già uscito negli Stati Uniti lo scorso 21 ottobre, è il ventisettesimo romanzo del re del legal thriller e il suo trentatreesimo titolo in totale. In Italia le opere di John Grisham sono pubblicate da Mondadori e “I segreti di Gray Mountain” è disponibile anche nell’innovativo formato flipback.

LA TRAMA

John Grisham I segreti di Gray MountainProtagonista del romanzo è una donna: Samantha Kofer. Giovane e promettente avvocato, da tre anni è associata al grande e prestigioso studio legale Scully & Pershing di New York (ve lo ricordate? E’ lo stesso de “Il ricatto“). La sua carriera sembra avviata verso le vette più alte, tuttavia la crisi del 2008 è in agguato. All’improvviso banche, fondi d’investimento e studi legali tagliano drasticamente spese e personale. Samantha Kofer non sfugge a questa sorte e, appena due settimane dopo il crollo della Lehman Brothers, si ritrova senza lavoro e senza più alcuna sicurezza.

Tuttavia per Samantha si apre una piccola porta: in attesa di tempi migliori, le viene data la possibilità di esercitare la professione, non pagata, presso la Mountain Legal Aid Clinic, cioè il gratuito patrocinio di Brady, una sperduta cittadina di duemila abitanti sui Monti Appalachi, in Virginia. Per lei il cambiamento è radicale: lontana anni luce dal mondo a cui era abituata – ossia quello del lusso e delle cause milionarie nei grandi studi metropolitani – in provincia Samantha Kofer si ritrova a confrontarsi con clienti in carne e ossa alle prese con i reali problemi della vita quotidiana.

Lavorando alle dipendenze dell’indomita Mattie Wyatt, capo della Mountain Legal Aid Clinic, e collaborando con il nipote di lei, l’affascinante e misterioso avvocato Donovan Gray, Samantha si imbatte in delicati e pericolosi segreti legati al torbido business dell’industria carbonifera, la principale risorsa economica della montuosa zona degli Appalachi.

I TEMI

I segreti di Gray Mountain” si inserisce a pieno titolo nel filone del legal thriller di John Grisham, non l’unico perseguito dall’autore di Jonesboro ma sicuramente quello che lo ha reso universalmente conosciuto.

Nel nuovo romanzo di Grisham tornano alcuni stereotipi che hanno caratterizzato i suoi successi: i grandi studi legali (questa volta, addirittura, si ritorna nello stesso di un precedente romanzo) con giovani, ambiziosi e pagatissimi avvocati e il loro opposto, cioè le realtà sperdute di provincia e gli uffici del gratuito patrocinio. L’elemento di novità è il riferimento a un fatto recente ma ormai già sui libri di storia: la crisi finanziaria del 2008, nota come Grande Recessione, che ha flagellato l’economia americana e mondiale.

Nucleo de “I segreti di Gray Mountain“, in cui la protagonista Samantha Kofer si ritrova immersa, è tuttavia l’oscuro business dell’industria carbonifera (la “Big Coal“), un mondo senza scrupoli da cui dipende l’economia della regione nota come Appalachia. Qui, per difendere gli interessi del carbone, le leggi non vengono rispettate, il territorio è privo di qualsiasi tutela e la violenza è sempre in agguato. Ed eccolo qui, allora, l’impegno sociale e politico a difesa delle persone comuni contro i grandi interessi sfruttatori, sempre presente nei migliori legal thriller di John Grisham.

BOOKTRAILER

“L’ombra del sicomoro” in flipback

Standard

JG_flipback

L’ombra del sicomoro“, ultimo romanzo di John Grisham, è uno dei 16 titoli della nuova collana Flipback Mondadori, già in vendita nelle librerie di tutta Italia. Un’innovazione editoriale con cui il colosso di Segrate punta a stimolare nuovamente nel pubblico l’interesse verso l’oggetto-libro.

COMPATTO E “VERTICALE”

La novità fondamentale del libro in flipback è che si legge in verticale e si sfoglia con una sola mano, dal basso verso l’alto. Il formato è compatto: l’opera integrale è compressa in dimensioni di 12 x 8 centimetri, corrispondenti a 1/6 dello spazio di un’edizione tradizionale. Praticamente un’agendina o poco più.

Il flipback book mantiene una buona leggibilità: i caratteri sono tutt’altro che minuscoli e la carta è leggerissima ma resistente. Il costo, tra i 9 e i 12 euro, ha tuttavia lasciato un po’ perplessi i lettori, che, a leggere i commenti sui social media, forse si aspettavano un prezzo inferiore.

OGNI MOMENTO E’ BUONO PER LEGGERE

Il flipback book è un tascabile nel vero senso della parola: entra comodamente in tasche che non siano minime, borse, borsette, marsupi. Insomma, non ingombra. E’ facilmente estraibile e per tenerlo e sfogliarlo è sufficiente una sola mano, mentre con l’altra, magari, ci si tiene aggrappati al palo di un vagone della metro o di un affollato autobus. Leggere mentre ci si trova in spazi ristretti, con questo nuovo formato, non è più un problema.

DALLA BIBBIA ALL’EBOOK

Brevettato da un editore olandese specializzato in Bibbie, Jongbloed, il formato flipback richiama l’abitudine di lettura verticale generata dalla diffusione degli ebook, ma punta a rilanciare il libro su carta, come oggetto di fascino da portare sempre con sé e da tirare fuori nei (pochi) momenti di tranquillità di una società che vive di corsa, che magari ancora non si abitua del tutto ai device elettronici e che vuole le mani sgombre.

In coda alla posta o in attesa alla fermata del tram, in sala d’aspetto o (perché no) in bagno, ogni momento è buono per tirare fuori un flipback book e portarsi avanti nella lettura dell’ultimo avvincente bestseller. In questo caso, of course, “L’ombra del sicomoro” del nostro John Grisham!