“L’ex avvocato” e “Il ricatto”: prossimi film?

Standard

jg_cinema

Non se ne ha notizia da tempo, ma sarebbero ben due in questo momento i film in corso d’opera tratti dai romanzi di John Grisham. Di The Associate” (Il ricatto) di Adrian Lyne con Zac Efron abbiamo già parlato, ora dedichiamoci all’altro bestseller in procinto di diventare un film, grazie alla collaborazione tra Fox 2000 e New Regency: The Racketeer, pubblicato in Italia nel 2013 con il titolo “L’ex avvocato“.

NONA E DECIMA DI GRISHAM

The Racketeer” e “The Associate” sono la nona e la decima trasposizione cinematografica di un libro di John Grisham. Alla regia di “The Racketeer” starebbe lavorando Daniel Espinosa, trentasettenne svedese di origine cilena che due anni fa ha diretto il suo primo film in inglese, “Safe House. Nessuno è al sicuro” con Denzel Washington e Ryan Reynolds. C’è chi parla dello stesso Washington nel ruolo del protagonista, Malcolm Bannister. La produzione del film sarà curata dalla Double Feature Films. Tuttavia non si sono avute più novità in merito: probabilmente è tutto ancora in alto mare.

CHI E’ MALCOLM BANNISTER?

Il romanzo “L’ex avvocato” è costruito attorno all’omicidio di un giudice federale, Raymond Fawcett, il cui corpo viene ritrovato senza vita assieme a quello della segretaria-amante, in un capanno presso un lago isolato tra i monti. Nessuna traccia né segni di scasso o colluttazione: solo due cadaveri e una cassetta di sicurezza svuotata. Solo un certo Malcolm Bannister, ex avvocato di colore ora in carcere, sa chi è stato e cosa è realmente successo: offre così agli investigatori il nome del sicuro colpevole in cambio della libertà. Ma non può essere tutto così semplice…

Hollywood Grisham

Standard

jg_cruise_hackman

In attesa de Il ricatto” con Zac Efron, i film tratti dai romanzi di John Grisham sono finora otto. Registi quali Sydney Pollack, Alan J. Pakula, Joel Schumacher, Francis Ford Coppola hanno diretto le trasposizioni cinematografiche dei bestseller di Grisham, interpretate da alcune delle più grandi stelle del cinema americano. Abbiamo scelto – in base alla celebrità ma anche al ruolo effettivamente interpretato – le dieci maggiori star che hanno incarnato i personaggi nati dalla penna di J.G.

1) Tom Cruise. Il Pete Mitchell di “Top Gun” ne “Il socio” interpreta un altro Mitchell, l’avvocato McDeere, che finisce a lavorare nel lussuoso studio legale Bendini, Lambert & Locke, gestito dalla… mafia. Da rampante avvocato con un contratto favoloso alla fuga da una trappola mortale. L’intensità dell’interpretazione vale il primo posto.

2) Gene Hackman. Presente in tre film con altrettanti parti da “cattivo”. Ne “Il socio” è Avery Tolar, diretto superiore di Tom Cruise alias Pete Mitchell: Avery fa parte della mafia che gestisce lo studio legale, tuttavia è un edonista e si lascia andare a leggerezze che gli costeranno la vita. Ne “L’ultimo appello” è Sam Cayhall, ex militante del Ku Klux Klan condannato a morte. Infine ne “La giuria” è Rankin Fitch, avvocato senza scrupoli. Il più assiduo.

3) Julia Roberts. Darby Shaw, la protagonista de “Il rapporto Pelican“, è finora il maggiore personaggio femminile in un romanzo di John Grisham. Una studentessa di legge che, lavorando a una semplice tesina, arriva a scoprire la verità sull’assassinio di due giudici federali, toccando interessi enormemente più grandi di lei. Memorabile.

4) Matt Damon. “L’uomo della pioggia“, diretto da Francis Ford Coppola, è spesso passato inosservato. L’allora ventisettenne Matt Damon interpreta l’avvocato in erba Rudy Baylor che, per difendere una povera donna, si ritrova coinvolto in una causa plurimilionaria contro una grande società di assicurazioni.

5) Denzel Washington. Di nuovo “Il rapporto Pelican“: Denzel è l’energico giornalista d’assalto Gray Grantham del Washington Post che, mettendo a repentaglio la propria vita, accetterà di aiutare Darby Shaw a salvarsi e a rendere pubbliche le scottanti verità contenute nel rapporto Pelican.

6) Susan Sarandon: interpreta Reggie Love ne “Il cliente“. Un’avvocatessa combattiva e testarda che si prende a cura il caso del piccolo Mark Sway (un dodicenne Brad Renfro, scomparso nel 2008, al suo esordio)

7) Matthew McConaughey: un altro dei belli di Hollywood, all’età di ventisette anni è l’avvocato Jack Brigance, protagonista de “Il momento di uccidere“. Nella versione cinematografica del primo romanzo di John Grisham, McConaughey brilla in un cast stellare che include Sandra Bullock, Samuel L. Jackson, Kevin Spacey, Chris Cooper, Ashley Judd, Donald e Kiefer Sutherland.

8) John Cusack: nei panni dello sfuggente e misterioso Nicholas Easter è il protagonista de “La giuria“, film sulla spinosa questione della vendita e del possesso di armi da fuoco negli Stati Uniti (nel romanzo, invece, sono imputate le aziende produttrici di tabacco).

9) Dustin Hoffman: anche lui presente ne “La giuria” nel ruolo di Wendall Rohr, avvocato anziano e idealista che perora la causa della vedova Celeste Wood contro l’azienda produttrice di armi da fuoco, ritenuta responsabile della strage in cui un pazzo ha ucciso il marito.

10) Dan Aykroyd: l’ultima scelta è caduta su questo attore canadese dalla prolifica carriera quasi quarantennale: è uno dei due “Blues Brothers“, lo troviamo anche in “Ghostbusters“, “A spasso con Daisy“, “Teste di cono“, “Pearl Harbor“, “50 volte il primo bacio“, “Candidato a sorpresa” e in un altro classico natalizio, “Una poltrona per due“. In “Fuga dal Natale” indossa le vesti del “capo-quartiere” antipatico e conservatore Vic Frohmayer.

Fuori classifica: Danny DeVito e Jon Voight, rispettivamente il goffo paralegale Deck Shifflet e l’arrogante avvocato Leo F. Drummond ne “L’uomo della pioggia“. Due efficaci interpretazioni come spalla e antagonista di Matt Damon.

jg_washington_roberts