Gli auguri di John Grisham

Standard

jg_giveabook

Come sua abitudine quando vuole comunicare qualcosa di importante, John Grisham scrive una lettera ai suoi lettori, che viene pubblicata sul suo sito ufficiale. In occasione degli auguri di Natale, ci parla dei benefici della lettura e dell’importanza di trovare sempre un po’ di tempo per leggere un libro, o regalarlo. Lo scrittore, infatti, sostiene la campagna online #GiveaBook, che ha l’obiettivo di promuovere i libri come regalo migliore e di regalarli ai bambini bisognosi.

Caro Lettore,

è di nuovo quel periodo dell’anno. La stagione da trascorrere con amici e familiari, contare e apprezzare le benedizioni della propria vita, condividere buon cibo e vivaci conversazioni, e raggomitolarsi vicino al fuoco con un libro.

Le notizie sui benefici della lettura continuano ad essere molto, molto positive. Leggere stimola la mente, accresce la conoscenza, espande il lessico, migliora la memoria, raffina la concentrazione, incoraggia la produttività, aiuta la tranquillità, perfeziona la capacità di analisi, sviluppa le capacità di scrittura, alimenta l’immaginazione e potenzia l’empatica. Per i bambini, sui quali i benefici della lettura sono più evidenti, i libri a casa sono un indicatore primario non solo di risultati scolastici ma di successo nella vita.

In quale altro modo una persona può avere accesso a grandi menti che altrimenti sarebbero inaccessibili? Girare le pagine di un libro ci apre le porte dei mondi di Tolstoj, Dickens, Bronte, Sendak, Dahl, Wharton, Joyce, Bellow, Eliot, Steinbeck, Austen, Tolkien, L’Engle, Updike, Lowry… per non parlare di tutti gli altri innumerevoli autori che hanno realizzato libri per bambini e ragazzi.

La lista di grandi scrittori, grandi intrattenimenti, grandi pensieri e grandi espressioni dell’esperienza umana sfiora il limite di ciò che un singolo lettore pul assorbire in tutta la sua vita.

In questa stagione di vacanze, non dimenticare di trovare un po’ di tempo per leggere un libro. E perché non diffondi le buone notizie? Regala un libro, di gran lunga il miglior pensiero che ci sia.

Ti auguro la migliore felicità,

John Grisham

John Grisham per la lotta al cancro

Standard

jg_the_tumor_header

John Grisham in prima linea per la lotta al cancro, attraverso una terapia rivoluzionaria: gli ultrasuoni focalizzati. L’autore, che da sei anni fa parte della Focused Ultrasound Foundation di Charlottesville (la città della Virginia in cui vive), si sta dando da fare per sensibilizzare sempre più l’opinione pubblica e accrescere la consapevolezza nei confronti di una tecnologia medica che potrebbe salvare molte vite. Come? Con la scrittura, ovviamente. Attraverso un nuovo, breve e particolare romanzo divulgativo: The Tumor, disponibile gratuitamente in formato digitale.

E’ il libro più importante che abbia mai scritto – afferma Grisham – Non ho mai trovato altre cause in grado di salvare così tante vite. Gli ultrasuoni focalizzati sono una terapia medica innovativa e rivoluzionaria. Da avvocato diventato scrittore, non so molto di medicina e ricerca medica: ma da quando ho appreso le potenzialità degli ultrasuoni focalizzati, ho capito che questa era una storia meritevole di essere raccontata“.

The Tumor, definito un non-legal thriller, è un romanzo di finzione, basato però su pratiche che potrebbero diventare realtà.

THE TUMOR

jg_the_tumor

Paul ha 35 anni, è marito di Karen, padre di tre bambini e uomo di successo nel lavoro. La sua vita felice diventa improvvisamente un incubo quando, in seguito ad alcuni preoccupanti sintomi, gli viene diagnosticato un tumore letale al cervello. Lui e la sua famiglia iniziano una dolorosa battaglia. Quello che Paul sa è che potrebbe non arrivare nemmeno a Natale. Quello che ancora non sa, come molti altri malati di cancro, è che dietro l’angolo c’è una terapia che cambierebbe davvero le carte in tavola.

Gli ultrasuoni focalizzati possono riscrivere la storia. La vicenda di Paul è finzione, ma non così distante dalla realtà. “I tumori – scrive Grisham nell’introduzione – potranno essere distrutti mediante raggi di energia ultrasonica, un trattamento non invasivo, rapido, indolore e relativamente economico. E’ un metodo ancora sperimentale, ma la ricerca effettuata finora lascia ampio spazio all’ottimismo“.

The Tumor è scaricabile gratuitamente come ebook, in formato pdf, da questo link. E’ anche possibile prenotare la propria copia stampata, anch’essa gratuita, che uscirà a gennaio 2016. Si tratta di 52 pagine, corredate da numerose fotografie, con un finale alternativo e una serie di spiegazioni sull’argomento. Tutto in inglese: non si ha notizia su un possibile arrivo in Italia.

GLI ULTRASUONI FOCALIZZATI

jg_neal_kassellCome neurochirurgo – racconta Neal Kassell, presidente della FUSF, nella fotoho trascorso la mia carriera con pazienti proprio come Paul, frustrati dalle limitate possibilità che potevo offrire loro. Nonostante sia ancora nelle sue prime fasi, credo che questa terapia potrà trasformare completamente il trattamento dei tumori al cervello e di molte altre gravi patologie, come il Parkinson o l’Alzheimer o altri tumori benigni e maligni in tutte le parti del corpo. Il nostro obiettivo è portare questa tecnologia rivoluzionaria ai pazienti nel più breve tempo possibile: guadagnare tempo equivale a salvare vite umane“.

E’ stato Kassell, che vive a Charlottesville come Grisham, ad avvicinare lo scrittore alla fondazione, illustrandogli le possibilità degli ultrasuoni focalizzati a partire da una semplice presentazione in Power Point. Una terapia non invasiva, che trasformerebbe completamente la cura dei tumori e di una serie di altre gravi patologie. Non richiede intervento chirurgico né anestesie né altro, diminuendo così il rischio di infezioni, emorragie, coaguli di sangue e danneggiamenti accidentali dei tessuti. L’energia ultrasonica, infatti, colpisce le cellule anormali senza interessare altre parti.

La terapia sta ottenendo sempre più attenzione, perché a detta di Kassel l’ostacolo maggiore è che pochi ne sono a conoscenza. I problemi, come spesso accade, vengono dalla legislazione, dalle compagnie di assicurazione e da altre potenti lobby anche in campo medico.

Kassell e Grisham ne hanno parlato di recente al TedX di Charlottesville, illustrando anche gli effetti sul morbo di Parkinson in uno studio finanziato dalla Michael J. Fox Foundation.