John Grisham al “Quais du Polar”

Standard

Quais du Polar, Lione, Francia

John Grisham, insieme a Don Winslow ed Elizabeth George, per la prima volta al Festival International du Polar di Lione, in Francia. Comunemente noto come Quais du Polar, si tratta di un festival internazionale dedicato al genere poliziesco (“polar” in francese) nella letteratura e nel cinema che, per l’undicesimo anno, si terrà nella città francese dal 27 al 29 marzo 2015.

Per l’occasione, oltre a Grisham, saranno presenti a Lione alcuni dei più grandi autori a livello mondiale, dal messicano Paico Ignacio Taibo II al cileno Luis Sepulveda, dagli habitué Michael Connelly e Ian Ranking ai “casalinghi” Maxime Chattam, Ian Manook e tantissimi altri. Al momento – gennaio 2015 – sono già una settantina gli scrittori confermati, provenienti da tutto il mondo. Nessun italiano.

IL QUAIS DU POLAR

Nato nel 2005 e organizzato dall’omonima associazione con la partnership di istituzioni e aziende di Lione, il Quais du Polar propone una ricca programmazione dedicata a letteratura, cinema e tutte le forme d’arte e cultura che si interessano al genere “polar“: incontri con ospiti prestigiosi, un salone del libro, conferenze, dibattiti, proiezioni, spettacoli, visite, mostre, premiazioni ecc. Previsti oltre 50 mila spettatori.

L’obiettivo del festival è offrire al pubblico un panorama della letteratura poliziesca e noir attraverso la partecipazione dei suoi migliori esponenti: dal 2005 a oggi hanno partecipanto al Quais du Polar, tra gli altri, Ian Ranking, Jo Nesbo, Maxime Chattam, Michael Connelly, Patricia MacDonald, R. J. Ellory, Donald Westlake.

John Grisham_American WriterJOHN GRISHAM ALLA PRIMA LIONESE

Si tratterà della prima apparizione di John Grisham alla kermesse lionese. Per lo scrittore statunitense un’occasione per raccontare la sua carriera di successo nel campo del legal thriller e per fare un primo bilancio sul suo ultimo romanzo, “I segreti di Gray Mountain“, uscito in ottobre negli Stati Uniti e a dicembre in Italia.

La stampa americana, tra cui il Washington Post, ha recensito positivamente il libro, ricco di impegno civile ma anche della fluidità e familiarità tipiche delle trame di Grisham. Se ne parla poco o nulla, invece, sulla stampa italiana, dove le notizie giornalistiche più fresche relative allo scrittore risalgono ancora alla “questione pedofilia“. Ma si sa che purtroppo nel Bel Paese, spesso, conta solo ciò che fa scandalo o contrapposizione…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...